Home » News » Another Brick in The Wall, Pink Floyd. Ti diamo sempre il meglio.

News

6 - Dicembre - 2011

Another Brick in The Wall, Pink Floyd. Ti diamo sempre il meglio.



Another Brick in the Wall è contenuta nell’undicesimo album registrato in studio dai Pink floyd, il concept album The Wall, pubblicato nel 1979. L’album narra la storia di un uomo che a causa degli spiacevoli avvenimenti della sua vita si barrica dietro un muro psicologico che non gli permette un vero contatto con gli altri e con il mondo. La scuola eccessivamente severa, la madre iperprotettiva, il fatto di non avere avuto una figura paterna, la droga, la vita disordinata da rockstar non fanno altro che aggravare la sua situazione. La storia è in larga parte l’autobiografia dell’ex leader del gruppo dei Pink Floyd: Roger Waters. Le tre parti della canzone, scritte da Waters, bassista e voce, hanno simile, se non uguale, tema musicale e struttura lirica, ed ognuna ha toni più forti e rabbiosi di quella che la precede, dalla tristezza della prima parte, al messaggio di protesta della seconda, fino alla rabbia ed alla disperazione della terza. Nella canzone la batteria ed il basso sono in primo piano e, in sottofondo, si sente la chitarra elettrica di Gilmour, che termina la canzone con un lungo assolo. La sezione cantata dal coro dei bambini venne registrata ai Britannia Row Studios di Londra e mixata in un secondo tempo con il resto del pezzo che in origine era cantato a due voci da Gilmour e Waters.

Vai allo Store di My Guitar Show.